L'istouaerë e la fourtësa La storia e il Forte di Fenestrelle 

L'ònn mil set-sen-trèzzë l'aout valaddë da Clezon i pose a loû Savoia e i tornë a èsë catoliquë.
La viée dë Fënetrèlla il à choujourn agueù unë grandë emportansë dìn l'istouaerë: Louì Catorze al à fàet ël Fort Mutin, prougetá da Vauban e aprèe Vittorio Amedeo II al à coumensà la fourtesa quë prènnou ël non dë "Fort dë Fënetrèlla". 
 

Spadonari

La pàrt plu empourtantë il ée counoueseó c'ma Fort San Carlo, fàët par fermò loû fransé quë mënosovou choujourn l'envazion dë la Val Clezon. La grandë fourtèse il ée sul versant dé l'Oursière e il ée visitò da ën barón 'd gent quë ven din la valaddë.
La tradisions plu empourtanta siounn: ël coustumë dë lâ fènna, ël bôl da Sabbrë e loû "gôfri".

Dame nel tipico costume storico

Dame nel tipico costume storico

Nell'anno 1713 l'alta Val Chisone passa ai Savoia e torna ad essere cattolica.
Il paese di Fenestrelle ha sempre avuto una grande importanza nella storia: Luigi XIV ha fatto costruire il Forte Mutin, progettato da Vauban e in seguito Vittorio Amedeo II ha iniziato la costruzione della fortezza conosciuta col nome di Forte di Fenestrelle. Di questa fortezza la parte più importante ë conosciuta col nome di Forte S. Carlo, costruito per fermare le truppe francesi che minacciavano costantemente l'invasione della Val Chisone.

Scorcio del Forte San Carlo

L'immensa fortezza si trova sul versante del monte Orsiera ed é visitata ogni anno da molta gente in soggiorno nella Val Chisone.
Le tradizioni più importanti del paese sono: il costume tradizionale femminile, il Ballo delle sciabole e i goffri (cialde di farina e acqua, cotte in speciali stufe, che danno loro una caratteristica forma a quadrettini).

 

Copyright © 2009 Sito istituzionale del Comune di Fenestrelle - TO -
Via Roma, 8 - 10060 Fenestrelle (TO) - P.I. 04897750016 - C.F. 85003090017 - PEC: fenestrelle@postemailcertificata.it